Via Salara 28 - Città Sant Angelo (PE)
320 53 57 183

Attività fisica fai da te

Negli anni ’70 ’80 ebbe la sua massima espansione il fenomeno del bricolage, il famoso “fai da te”: una generazione di uomini sedentari e non avvezzi a lavori di tipo manuale ha trovato una propria immaginaria realizzazione nel fare attività di piccola carpenteria nelle proprie case.

fai-da-te-attivita-fisica

Analogamente, da quando lo sport e l’attività fisica sono state considerate un “must” o, quanto meno, una soluzione ai problemi di peso, frotte di uomini e donne hanno invaso palestre, parchi pubblici e strade cercando nel sudore e nella fatica pura, la soluzione al proprio stato di forma, il tutto senza aver identificato un obiettivo e senza il supporto di un adeguato staff di consulenti. Insomma: seguendo a scia del fai da te!

“Esagerato!” potrà dire qualcuno “non sono certo un professionista! Corro un po’, vado un po’ in bici, faccio un po’ di pesi… Non ho bisogno di un personal trainer!”

Ebbene: proprio nei praticanti meno assidui e apparentemente meno agonisti si riscontrano dolori articolari, algie muscolari e altre problematiche che talvolta generano complicanze molto serie. Cosa fare, quindi, per evitare che lo sport ci faccia più danni che benefici? Le regole sono poche, molto semplici e, soprattutto, non costano più delle medicine che dovremmo assumere se non le seguiamo!

1) Pianificare un obiettivo

Pianificare un obiettivo e strutturare un piano d’allenamento adeguato: allenarsi “a caso” non serve a migliorare la propria condizione. In palestra c’è spesso personale qualificato che può aiutare a redigere una tabella di allenamento per ottenere i risultati desiderati, dalla perdita di peso all’aumento della massa muscolare. Analogamente per tutti i tipi di sport esistono gruppi sportivi con allenatori competenti in grado di dare consigli adeguati per praticare lo sport in sicurezza.

2) Consultare regolarmente il proprio medico

Un regolare controllo medico è fondamentale per evitare problemi; per chi fa agonismo è obbligatorio fare la visita di idoneità in un Centro di Medicina dello sport ma, anche nel caso di attività non agonistica, è consigliabile mettere al corrente il proprio medico dello sport che si intende svolgere o che si sta svolgendo.

3) Alimentarsi in maniera corretta

Soprattutto quando si fa sport per perdere peso le persone tagliano in maniera più o meno fantasiosa alcune classi di nutrienti (“non mangio più grassi!” “ho eliminato i carboidrati ”) per dimagrire più in fretta. Niente di più errato. Al corpo servono tutti i nutrienti e, in particolare quando si fa attività fisica, è fondamentale fornirli al corpo in maniera equilibrata e bilanciata al proprio stile di vita. E’ bene quindi consultare anche in questo caso un medico o un dietista che possa dare indicazioni e programmi alimentari personalizzati. Non ci sono scorciatoie! Non esistono trucchi o prodotti miracolosi in grado di trasformarci in Mr & Mrs Smith (Brad Pitt o Angelina Jolie) in pochi giorni; non bastano neanche la sofferenza e la fatica da sole a garantirci un buon risultato.

Armiamoci di pazienza e circondiamoci di persone competenti: raggiungeremo prima i risultati che desideriamo minimizzando la fatica e i rischi per la nostra salute.

Lascia un commento


Creato da Local Web Copyrights © 2017 MarcoDiClemente.it | Tutti i diritti riservati.
Informativa sul trattamento dei dati personali