Via Salara 28 - Città Sant Angelo (PE)
320 53 57 183

RINOFILLER

Ci avete mai pensato? Il naso è al centro del viso e le sue proporzioni rivestono un ruolo fondamentale nell’estetica facciale.

C’è stato un periodo in cui andavano molto di moda gli interventi di rinoplastica, perché tutti volevano il “bel nasino”, e la corsa era a trovare la struttura ed il chirurgo che, con la scusa di una “deviazione del setto” che non si nega a nessuno, riuscissero a far effettuare l’intervento in convenzione ASL.

In tanti casi però la richiesta di trasformare troppo la forma del naso, vissuto come un problema psicologico, ne creava uno nuovo perché la persona, con un naso troppo trasformato, non si riconosceva più e si piaceva ancora di meno.

Col passare del tempo la moda del naso nuovo è andata scemando, ed è rimasta la parte più importante: la correzione limitata ai difetti, piccoli o grandi, che il naso presenta.

E quando i difetti non sono eccessivi, una soluzione interessante è data dal Rinofiller. Si tratta della correzione del naso effettuata senza intervento chirurgico, solo con un filler (generalmente a base di acido jaluronico). Questo tipo di trattamento, inizialmente usato solo per rendere più rettilineo il dorso del naso alterato da una gobbetta, rende attualmente possibile un vero e proprio rimodellamento della forma e della proiezione, con risultati spesso paragonabili a quelli di un intervento chirurgico.

I nasi che danno i migliori risultati col rinofiller sono i nasi piccoli, con lieve insellamento del dorso, e punta poco proiettata, o tendente verso il basso.

Dare proiezione verso l’alto ad una punta del naso che guardaverso  il basso può veramente cambiare la fisionomia di una persona, dando tutta un’altra armonia al volto ed al profilo.

Anche nei casi borderline di nasi con dimensioni moderate, e nei quali l’intervento di rinoplastica sarebbe la soluzione più indicata, si possono avere buoni risultati, in considerazione del fatto che il paziente per varie ragioni (economiche, paura di finire sotto i ferri) tende ad una soluzione più soft. A volte il rinofiller può servire a traghettare il paziente per il periodo in cui rimanda l’intervento, od a dargli un’idea di come più o meno potrebbe essere il suo viso dopo l’intervento (che è irreversibile, mentre il rinofiller no).

Il rinofiller rientra tra i classici trattamenti dell’ora pranzo. In una ventina di minuti è tutto fatto. In qualche caso può residuare un gonfiore della punta per il resto della giornata, effetto che può essere prevenuto tenendo del ghiaccio sulla parte prima del trattamento.

Nel caso di correzione dalla gobba del dorso del naso, è preferibile non indossare occhiali per 10 giorni, onde non dislocare il prodotto. Nelle maggior parte dei casi il rinofiller può durare anche 10-12 mesi.

Creato da Local Web Copyrights © 2017 MarcoDiClemente.it | Tutti i diritti riservati.
Informativa sul trattamento dei dati personali